Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Concluso il progetto #Culturiamo, promosso dal CSV con il cofinanziamento della Regione Marche - Politiche Giovanili

Il racconto di studenti e volontari ha animato due incontri finali di progetto, in contemporanea nelle scuole superiori di Ancona e S. Benedetto del Tronto: presentazione dei risultati, testimonianze e proiezione video realizzati sui temi dell'integrazione culturale

ANCONA e S. BENEDETTO DEL T. (Ap) - Partecipazione, interesse e creatività sui temi dell'integrazione culturale hanno contraddistinto il progetto #Culturiamo, promosso, nell'anno scolastico, 2014/15 dal CSV Marche (Centro servizi per il volontariato) con il cofinanziamento della Regione Marche - Assessorato Politiche giovanili.
Il progetto, che ha visto la partecipazione di 9 istituti superiori marchigiani e la collaborazione di oltre 160 organizzazioni di volontariato della regione, ha inteso valorizzare la partecipazione dei giovani alla vita sociale, potenziando i percorsi di integrazione e socializzazione tra studenti provenienti da culture diverse.
A confermarlo sono stati anche i due eventi finali del progetto, con presentazione dei risultati, tenutisi in contemporanea, lo scorso 8 giugno, presso l'IIS "Vanvitelli Stracca Angelini" di Ancona e l'IIS "A. Capriotti" di San Benedetto del Tronto (Ap): un ruolo centrale lo hanno avuto i racconti dei giovani protagonisti delle classi terze e quarte degli istituti coinvolti, con la presentazione delle esperienze di volontariato, insieme alle testimonianze delle associazioni e degli insegnanti che hanno partecipato.

In particolare ad Ancona, erano presenti circa 240 studenti delle classi terze e quarte dell'Istvas "Vanvitelli Stracca Angelini", insieme ai volontari delle associazioni che hanno seguito i ragazzi durante le attività a scuola ed extrascolastiche: Amici di Padre Guido, La Carovana, Croce Gialla, Tenda di Abramo, Amnesty International. Simpatici e al tempo stesso carichi di significato, i due video realizzati sui temi dell'integrazione e la conoscenza della diversità, per non aver paura, realizzati dagli studenti delle IV classi e proiettati per l'occasione, insieme alla lettura dei messaggi che i ragazzi hanno scritto su tante manine di carta, come feedback sul progetto.
Durante l'incontro sono intervenuti anche alcuni insegnanti, la preside e le associazioni di volontariato che hanno raccontato l'esperienza di accoglienza dei ragazzi durante gli stage e la condivisione con gli studenti che sono rimasti come volontari. Hanno inoltre portato spunti di riflessione sul percorso fatto e in particolare sul tema dell'integrazione culturale.

A S. Benedetto invece, hanno partecipato una 80ina di ragazzi delle classi quarte dell'Iis "Capriotti" e le associazioni Centro di solidarietà di Porto d'Ascoli e Sos Missionario.
L'incontro è stato l'occasione per condividere i percorsi fatti in classe e l'esperienza di solidarietà diretta, sperimentata attraverso gli stage (dal punto di vista dei volontari e degli studenti). Molto sentita e coinvolgente la testimonianza delle ragazze volontarie presso il Centro di Solidarietà, che non hanno mancato di restituire anche i messaggi e i pensieri che i bimbi del Centro hanno preparato per ringraziare gli stagisti.
Sabato 6 giugno inoltre, è stata organizzata la testimonianza di Godfrey Sengendo, produttore di caffè della Tweyanze Development Agency ugandese, presentato dall'associazione Sos Missionario di San Benedetto che ha incontrato 4 classi del Liceo Scientifico "Rosetti" di San Benedetto aderenti al progetto #Culturiamo.
La testimonianza è stata un esempio concreto di impegno per lo sviluppo dei popoli, attraverso il commercio equo e solidale, e ha offerto ai ragazzi l'opportunità di conoscere le storie di coloro che lavorano, cercando di uscire dal circuito dello sfruttamento e migliorare le proprie condizioni di vita.

Ultima modifica ilGiovedì, 11 Giugno 2015 16:19
Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui