Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Ci sto? Affare fatica!, al via un progetto per giovani cittadini attivi

Partito a Senigallia un percorso di impegno, rivolto a ragazzi/e dai 14 ai 16 anni, nel tempo estivo: in gruppi, con tutor e volontari adulti, svolgeranno attività di cura di beni comuni e riceveranno "buoni fatica" da spendere in negozi convenzionati. Lo scambio intergenerazionale, il valore educativo della fatica e la cura del proprio territorio tra gli obiettivi del progetto, con CSV Marche partner, promosso dalla coop. soc. Adelante onlus e finanziato dalla Fondazione Cariverona

SENIGALLIA (An) - "La fatica non è mai sprecata: soffri ma sogni" diceva Pietro Mennea. E proprio dal valore educativo e formativo dell'impegno, in particolare di quello manuale, prende le mosse il progetto "Ci sto? Affare fatica!", che intende stimolare gli adolescenti a valorizzare al meglio il tempo estivo, un tempo critico, spesso vuoto di esperienze, attraverso attività concrete di cittadinanza attiva e cura dei beni comuni, affiancati e accompagnati dalla comunità adulta locale.

Presentato dalla coop. soc. Adelante onlus e finanziato dalla Fondazione Cariverona, si svolge in alcune zone del Veneto e delle Marche, dov'è partner il CSV regionale, che lo promuove su Senigallia, Corinaldo e Ostra Vetere, in collaborazione con le amministrazioni comunali, due istituti scolatici e altre realtà locali del Terzo settore. Il progetto prevede la formazione di gruppi composti da una decina di adolescenti dai 14 ai 16 anni, un giovane tutor e alcuni volontari adulti, tra le associazioni aderenti e le realtà ospitanti, che svolgeranno insieme ai ragazzi/e le mansioni assegnate, attività di cura di beni comuni, di volta in volta individuate dalla rete dei soggetti coinvolti. E finito l'anno scolastico, il progetto è entrato nel vivo. I gruppi infatti "lavoreranno" a moduli settimanali, dal 10 giugno fino a fine luglio, dal lunedì al venerdì con orario 8,30/12,30: i ragazzi potranno partecipare ad uno o più moduli e al termine di ogni settimana, verranno riconosciuti loro dei "buoni fatica" del valore di € 50,00 (spendibili in abbigliamento, libri scolastici, cartoleria, sport e tempo libero, in esercizi commerciali convenzionati) e ai tutor dei "buoni fatica" di € 100,00.

Nelle scorse settimane, i giovani interessati a partecipare su Senigallia, Corinaldo e Ostra Vetere si sono iscritti al progetto sul sito www.cistoaffarefatica.it (le adesioni sono ancora aperte) e i primi due gruppi hanno cominciato ieri: una squadra è impegnata nella sede dell'Asd Tennistavolo di Senigallia, con l'impegno di carteggiare un muro per poi realizzarvi un murales, mentre l'altra è operativa nei locali del doposcuola gestito dall'associazione Le Rondini, sempre a Senigallia, per una risistemazione interna della sede. Nelle prossime settimane partiranno anche le attività dei gruppi su Corinaldo e Ostra Vetere e via via saranno raccontate attraverso la pagina fb del progetto facebook.com/cistoaffarefatica.

Il progetto, che in Veneto è già stato realizzato l'anno scorso con successo, è invece alla sua prima edizione sul territorio senigalliese: ad oggi hanno già aderito qualche decina di ragazzi, ma sull'intero periodo si punta a coinvolgerne circa 200, più una ventina di tutor. E per l'anno prossimo è prevista la seconda annualità.

Con una proposta senza dubbio originale per il giovanissimo target, il percorso racchiude in sé più obiettivi e temi: lo scambio intergenerazionale; il valore della fatica profusa e il suo riconoscimento; un investimento educativo sul tempo estivo; la dimensione del gruppo, con attività importanti, che mettono al centro le relazioni tra pari, affiancati da adulti; la cura e la tutela dei beni comuni, educando le giovani generazioni a un processo virtuoso di custodia del proprio territorio, fornendo loro l'occasione di sentirsene responsabili.

Ultima modifica ilMartedì, 11 Giugno 2019 15:49
Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui