Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Il sistema affido funziona se c'è condivisione, l'intervento dell' associazione Ecco Tuo figlio

Riceviamo e pubblichiamo comunicato/intervento dell'associazione Ecco tuo figlio di Ancona, dopo gli attacchi generalizzati al sistema affido seguìti all'inchiesta sul caso Bibbiano (Re).

 ANCONA - In questi giorni in cui il grande clamore mediatico dello scandalo di Bibbiano sta infangando il "sistema affido" sento il bisogno di parlare, come genitore affidatario e presidente dell'associazione Ecco Tuo Figlio di Ancona.
L'associazione opera da 20 anni nel campo dell'accoglienza di minori e di sensibilizzazione sulle tematiche di sostegno alle famiglie in difficoltà o monoparentali, e riafferma con forza che l'istituto dell'affido, con tutte le sue declinazioni, è necessario e nella maggior parte dei casi funziona bene.
Decine di ragazzi sono cresciuti nelle nostre famiglie e possono testimoniarlo serenamente con la loro vita nuova!
Chi fa affido apre la propria casa, condivide un progetto educativo con i servizi sociali, si mette in gioco, dona tempo ed amore ai ragazzi minorenni loro affidati, per farli crescere in un contesto più sano, per dar loro maggiori opportunità e strumenti per costruirsi la propria vita.

Desidero ribadire anche che è assolutamente falsa la notizia che passa nei media che i minori vengono allontanati dalle proprie famiglie naturali per problemi economici: il tribunale e i servizi sociali decidono per l'uscita del minore dalla propria famiglia solo in caso di maltrattamenti o quando i genitori non sono momentaneamente in grado di prendersi cura di loro per motivi di salute o di dipendenze da sostanze.

Molto bene il rinvio del Testo Unico sull'Affido a settembre: occorre molta lucidità, intelligenza e grande sensibilità per produrre documenti che possono dirottare nel bene o nel male il destino degli uomini!
La cronaca ogni giorno purtroppo insegna che occorre vigilare sempre sulla qualità di cura dei minori, anziani e disabili.
Da questo si misura il grado di civiltà di una società, dalla capacità di prendersi cura dei più deboli.

Fabrizio Bambini, presidente ETF (Ecco tuo figlio)

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui