Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Giovani e impegno civico, concluso il progetto "Ci sto? Affare fatica!" (on line il video)

Oltre 160 ragazzi/e dai 14 ai 16 anni, organizzati in gruppi con tutor, sono stati impegnati per alcune settimane estive in attività di cura dei beni comuni, ricevendo "buoni fatica" spendibili in negozi convenzionati. Proposto dal CSV Marche e finanziato dalla Fondazione Cariverona, il progetto è stato realizzato a Senigallia, Ostra Vetere e Corinaldo, con la collaborazione dei Comuni e di alcune associazioni. Oggi alla Biblioteca Antonelliana di Senigallia il momento conclusivo del percorso, con i numeri, le attività e i risultati 

SENIGALLIA (An) - 164 giovanissimi partecipanti, organizzati in 19 squadre, 11 tutor, 10 realtà ospitanti e 3 Comuni coinvolti. Sono questi i numeri finali del progetto "Ci sto? Affare fatica!", curato nelle scorse settimane, dal CSV Marche in collaborazione con i Comuni di Senigallia, Ostra Vetere e Corinaldo, due istituti scolatici e altre realtà del terzo settore, che oggi alla Biblioteca Antonelliana, ha visto l'evento conclusivo, alla presenza dei vari promotori e partner, dei ragazzi e i tutor.   
>> Vai al video sul canale You tube del CSV Marche
>> Vai all'album fotografico sul profilo flickr del CSV  

Il progetto, promosso dalla coop. soc. Adelante e finanziato dalla Fondazione Cariverona, si è già realizzato l'anno scorso in Veneto, ed è stato invece alla sua prima edizione nelle Marche: l'intento del percorso è stimolare gli adolescenti a valorizzare al meglio il loro tempo estivo senza scuola, spesso vuoto di esperienze, attraverso la partecipazione ad attività concrete di cittadinanza attiva, affiancati dalla comunità adulta, sperimentando nello stesso tempo anche il valore educativo della fatica e la cura del proprio territorio. E' stato così che 98 ragazzi su Senigallia, 42 a Ostra Vetere e 24 a Corinaldo, di età dai 14 ai 16 anni, si sono iscritti a "Ci sto? Affare fatica!" e poi, suddivisi in gruppi con giovani tutor, hanno sperimentato in prima persona l'impegno manuale nella cura di beni comuni.
"Con molto piacere salutiamo questo progetto - ha detto Simonetta Bucari, assessore ai beni culturali e politiche educative del Comune di Senigallia - di grande valore educativo e formativo verso la cura dei beni comuni, che è una responsabilità di tutti noi. Con il vostro impegno concreto, avete dato il vostro contributo in questo senso - ha detto, rivolgendosi ai ragazzi presenti - e un gran bel segnale, che non è passato inosservato alla cittadinanza". "E' un progetto interessante e significativo - ha fatto eco Milena Trucchia, presidente della Delegazione provinciale CSV di Ancona - che i ragazzi, partecipando numerosi, hanno dimostrato di apprezzare. Puntiamo dunque ad estenderlo anche su altri territori, per continuare a prenderci cura insieme della nostra bella regione".

Tutti indosso la t-shirt rossa del progetto, i ragazzi hanno "lavorato" in squadre, per una o due settimane, le mattine dal lunedì al venerdì, dedicandosi a numerose attività: a Senigallia, alla Biblioteca Antonelliana hanno sistemato e catalogato libri, presso l'Asd Tennistavolo hanno verniciato il muretto di recinzione della sede, con i volontari dell'associazione Sena Nova sono stati in "missione decoro urbano" raccogliendo cicche e cartacce dalle vie del centro e ripulendo muri imbrattati, si sono impegnati in due strutture Caritas verniciando alcune camere e sistemando alcuni locali magazzino, all'Istituto "Bettino Padovano" e all'Ic "Senigallia sud" verniciando alcune aule e una palestra, al centro diurno Le rondini e nei locali di Casa della Gioventù, ripulendo alcuni muri e aggiustando alcuni giochi; le quattro squadre attive a Ostra Vetere si sono dedicate a manutenzione di panche e tavoli nel parco cittadino e hanno ripitturato alcune ringhiere e staccionate; a Corinaldo infine, una squadra si è dedicata a spazzamento vie e cura dei fiori nel centro storico, e pulizia scaffali in biblioteca, un'altra invece ha ridipinto un muretto al parco giochi della pista di pattinaggio, decorandolo con le impronte colorate delle mani. Insomma, tutte azioni che hanno contribuito a rendere più puliti e ordinati i luoghi in cui i ragazzi hanno operato, lasciando dunque un bel segno dell'impegno vissuto.

Nell'ottica del valore della fatica profusa e il suo riconoscimento, al termine delle settimane, ai ragazzi sono stati assegnati dei "buoni fatica" del valore di € 50,00 (spendibili in esercizi commerciali convenzionati) e ai tutor dei "buoni fatica" di € 100,00, e oggi, a conclusione del progetto, il CSV ha consegnato una targa-ricordo alle diverse realtà ospitanti.
Il progetto "Ci sto? Affare fatica!", prevede una seconda annualità nell'estate 2020: per saperne di più le attività sono state via via raccontate sulla pagina fb https://www.facebook.com/cistoaffarefatica/

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui