Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Un fondo di garanzia per il non profit marchigiano

Promosso dalla Consulta delle Fondazioni Casse di Risparmio marchigiane, a fronte di un'esigenza sollevata dal CSV Marche, aiuterà le organizzazioni nella partecipazione a bandi o nella gestione di progetti, che richiedono apposite fidejussioni, agevolandole nell'accesso al credito

ASCOLI PICENO - L'interessante novità di un Fondo di garanzia per il non profit - di cui si legge nel sito della Fondazione Carisap - volto ad agevolare le organizzazioni nell'accesso al finanziamento pubblico, è promossa dalla Consulta delle Fondazioni Casse di Risparmio marchigiane, ed è stata annunciata nei giorni scorsi, dopo un vertice operativo nella sede della Fondazione Carisap di Ascoli Piceno al quale ha preso parte anche Francesco Profumo, presidente Acri (Associazione italiana delle Fondazioni di origine bancaria e Casse di Risparmio).

L'istituzione del Fondo rappresenta un'opportunità anche per le organizzazioni di volontariato marchigiane ed arriva dopo un percorso messo in moto, non a caso, dal CSV Marche (Centro servizi per il volontariato). Nei mesi scorsi infatti, il CSV Marche, dopo aver raccolto le difficoltà ricorrenti da parte di più associazioni, ha fatto poi emergere il bisogno, ovvero l'esigenza di liquidità dei soggetti del terzo settore: molte associazioni spesso rinunciano a partecipare a bandi a valere su fondi Europei o regionali, perché tali strumenti presuppongono dotazioni economico-patrimoniali o la presentazione di apposite fidejussioni, che spesso comportano la necessità di prestare garanzie personali da parte degli amministratori delle associazioni.
"Le associazioni ci segnalavano questo problema da tempo - spiega il presidente del CSV Marche Simone Bucchi - e la criticità è emersa soprattutto in occasione del bando della Regione Marche per i progetti di Odv e Aps (ex art. 72 del Codice del Terzo Settore), emanato per la prima volta l'anno scorso. Abbiamo condiviso queste difficoltà con la Consulta regionale delle Fondazioni, guidata dal presidente Galeati, incontrando insieme anche la Regione... ed oggi il fondo di garanzia è realtà".

La Consulta tra le Fondazioni marchigiane, coordinata dal Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno Angelo Davide Galeati, ha preso atto dell'esigenza, e si è messa al lavoro per realizzare una specifica progettualità a sostegno delle organizzazioni non profit nella partecipazione a bandi e nella gestione di progetti assegnatari di risorse, agevolando tali organizzazioni nell'accesso agli impegni di firma/fidejussioni necessari per la partecipazione ai predetti bandi.

"Con questo fondo di garanzia - aggiunge il presidente CSV Bucchi - anche i presidenti delle associazioni più piccole avranno la possibilità di partecipare a bandi per supportare le loro attività, senza però doversi impegnare prestando garanzie personali. Sottolineo che se è stato possibile arrivare a questa soluzione è anche perché i dati in possesso del sistema bancario, delle Fondazioni e delle istituzioni ci dicono che il tasso di rischio su questi fondi è molto basso, quasi a zero".

Beneficiari dell'iniziativa - si legge sempre sul sito della Fondazione Carisap - saranno organizzazioni non profit, anche costituite in forme aggregative che abbiano la sede legale e operativa sul territorio marchigiano, siano attive da almeno due anni ovvero neocostituite a seguito di un progetto di fusione o integrazione tra organizzazioni o enti esistenti da almeno due anni.

Il CSV invita le associazioni a seguire con attenzione le notizie relative alle procedure per accedere al fondo, anche in vista del prossimo bando di finanziamento della Regione Marche per Odv e Aps ex art. 72 del Codice del Terzo Settore.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui