Logo
Stampa questa pagina

Progetto Snapshots from the borders, al via la campagna "No more bricks in the wall"

Con il primo messaggio "Share responsibility" è partita la campagna di comunicazione del progetto europeo, di cui è partner anche il CSV Marche, sui temi del fenomeno migratorio e il ruolo delle città di frontiera: i contenuti si possono seguire e condividere dal sito, da fb, e adesso anche da Twitter e Instagram

ANCONA - Con il primo messaggio "Share responsibility", è partita in questi giorni la campagna di comunicazione del progetto europeo Snapshots from the borders, di cui è partner anche il CSV Marche. Un progetto pluriennale, con capofila il Comune di Lampedusa, con l'obiettivo di aumentare consapevolezza, conoscenza e comprensione critica su interdipendenza globale e cause dei flussi migratori, e favorire il coordinamento tra città europee di frontiera, con un ruolo fondamentale, spesso non riconosciuto.

Perché, come condiviso da tutta la rete di realtà partecipanti, i territori di confine hanno un ruolo sempre più delicato e importante in questa fase storica. È necessario far sentire la propria voce, coordinarsi e richiamare le istituzioni a tutti i livelli, nazionali e europei, per implementare politiche coerenti alle proprie responsabilità e ruoli. Bisogna poi tenere conto dei bisogni e delle specificità di quelle che sono le comunità che si interfacciano con l'arrivo dei migranti.
Ci vuole supporto a livello europeo, un supporto che parta dalla #solidarietà con ogni essere umano, coi cittadini coinvolti e con i migranti.

La campagna di comunicazione "No more bricks in the wall" offrirà sul tema numerosi contenuti e viaggerà su canali diversi: sarà possibile seguirli e condividerli sul sito web del progetto  http://www.snapshotsfromtheborders.eu/ - sezione Borders tale, sulla pagina facebook , sul profilo Twitter e Instagram.

© CSV Marche

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui