Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

A Porto S. Giorgio la formazione dei giovani volontari in servizio civile impegnati per l'Aism

Dall'Aism Fermo riceviamo e pubblichiamo comunicato e foto relativi alla formazione dei giovani in servizio civile impegnati per l'associazione nel territorio regionale

PORTO S. GIORGIO (Fm) - Le sezioni Aism delle Marche e i loro gruppi operativi hanno scelto Porto San Giorgio per la formazione dei giovani volontari in servizio civile che svolgeranno la loro attività nel territorio regionale.
A portare il saluto dell'Amministrazione Comunale, che ha gentilmente concesso l'uso della Sala Castellani, l'Assessore Francesco Gramegna. Nel ringraziare i ragazzi per la loro scelta, ha valorizzato il loro impegno sottolineando l'importanza di dare valore ai giovani nel presente, perché sono loro che costruiscono il nostro futuro.
L'incontro è stato arricchito dall'estemporanea presenza di Don Mario Lusek , che ha raccontato ai ragazzi la sua esperienza con gli obiettori di coscienza.
I giovani in servizio civile sono, per Aism, una grande risorsa impegnata in un progetto ambizioso, che si occupa di una malattia difficile e tanto diffusa come la Sclerosi Multipla e che ha tra i suoi obiettivi: aumentare la consapevolezza della persona con Sm, attraverso l'informazione e l'orientamento, per far sì che diventi protagonista del suo futuro e possa realizzare i suoi progetti di vita; e la lotta allo stigma mediante azioni di sensibilizzazione, rivolte a tutta la popolazione, sui diritti e la non discriminazione.
Ogni giovane che conoscerà da vicino, le donne e gli uomini che convivono con questa patologia, sarà un cittadino più consapevole dell'importanza fondamentale della solidarietà, della tutela dei diritti e dell'inclusione.

Nella foto i ragazzi ed alcuni esperti che hanno preso parte alla formazione.

fonte: Aism Fermo

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui