Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

"Ci-cerchiamo", l'esperienza dell'associazione La Gilda onlus in un convegno

Martedì 20 novembre, all'Hotel "Blu Arena" a Montecchio di S. Angelo in Lizzola (Pu), alle 18, un incontro pubblico per presentare l'esperienza dell'associazione nel sostegno alle situazioni post trauma

VALLEFOGLIA (Pu) - "Ci – Cerchiamo. Tu dove sei?" è il titolo del convegno organizzato dall'associazione di volontariato La Gilda per martedì 20 novembre, dalle ore 18 alle 20, a Montecchio di Vallefoglia, presso l'Hotel "Blu Arena", con il patrocinio e la compartecipazione della Regione Marche, il patrocinio del Comune Vallefoglia, del Consiglio regionale delle Marche e la collaborazione del CSV Marche.

Si tratta di un incontro pubblico rivolto a tutta la cittadinanza, per promuovere sul territorio le attività della onlus, che si occupa di persone in situazioni post-trauma da incidenti o malattie.

Interverranno:
Palmiro Ucchielli, sindaco di Vallefoglia
Daniela Ciaroni, Assessore comunale Politiche Sanitarie e Sociali, Longevità, Benessere e Pari Opportunità
dr. Corbelli G. – infettivologo
dr. ssa Pari A. - psicologa
dott. Carlo Bertozzini - sociologo
Robert Forte - counselor professionista

La Gilda è un'associazione sorta nel 2004, per offrire un sostegno a persone che, in seguito ad incidenti o a patologie neurologiche o di altra natura si trovano a dover convivere con la disabilità ed a rapportarsi quindi con una nuova realtà di per sé molto difficile da accettare. Ha attivato, sia a Pesaro che a Fano, due gruppi di auto-aiuto semidiretto, condotti da counselor professionisti e psicologi: uno dedicato a chi è stato personalmente interessato dal trauma, l'altro ai familiari indirettamente coinvolti. Ecco dunque che il titolo dell'incontro, quel "Ci - Cerchiamo", rimanda non solo al bisogno di aiuto e di accoglienza delle persone che hanno vissuto un grave trauma, ma anche al mettersi in cerchio, disposizione tipica dei gruppi di auto aiuto. "Questi anni di lavoro - spiegano dall'associazione - ci permettono di proporre un metodo che integra esperienza e tecnica per affiancare e sostenere nel percorso verso nuove "normalità". Un patrimonio di conoscenze che vorremo fosse di tutti e per tutti".

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui