Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

IV Convegno "Le nuove frontiere delle comunicazione sociale"

Riceviamo e pubblichiamo da Aido la notizia sull’incontro del 15 novembre a Pesaro. Relatori di rilievo nazionale analizzeranno come raccontare sotto diverse angolature l’invito alla donazione di organi.

Il Gruppo AIDO di Pesaro guidato da Gabriele Riciputi, in occasione del 40.mo anno dalla propria fondazione, organizza per il quarto anno consecutivo il convegno sul “Storie ed Emozioni per Comunicare il Sociale”, in collaborazione con il Dipartimento di Scienza e Comunicazione dell’Università di Urbino.
L’incontro prevede la graditissima presenza di Flavia Perin, Presidente AIDO, e di Lucia Marinangeli, Presidente Regionale Marche di AIDO, a dimostrazione di quanta attenzione l’Associazione vuole riservare in questa occasione alla sezione di Pesaro, giunta ad un traguardo così prestigioso.
Il programma dell’incontro, in calendario giovedì 15 novembre a Palazzo Gradari di Pesaro, con inizio alle 16:30, prevede l’intervento di alcuni relatori di grande spessore e certificata capacità comunicativa, che hanno accettato di condividere l’esperienza raccolta nei rispettivi ambiti professionali.
Maria Angela Polesana, docente dell’Università IULM di Milano, parlerà di “Linguaggi ed Emozioni della Comunicazione Sociale”; Gea Ducci e Stefania Antonioni, professoresse dell’Università Carlo Bo di Urbino, interverranno sul tema “Emotional Engagement: una ricerca sulle campagne di comunicazione per la donazione”; la dottoressa Francesca De Pace, coordinatrice del Centro Regionale Trapianti Marche, affronterà il tema del Consenso e dell’Emozione di fronte all’atto della Donazione; un tema sviluppato anche, da un’angolazione diversa, dalla psicologa Sara Mascarin, consulente del Centro Nazionale Trapianti. Alessandro Fiori, direttore creativo dell’agenzia di comunicazione Tacos, illustrerà l’esperienza raccolta in occasione di alcune campagna di Comunicazione Sociale portate a termine negli ultimi anni.
L’incontro si propone dunque di raccontare sotto diverse angolature come viene spiegato attualmente l’invito alla Donazione di Organi: quale linguaggio si usa, quali emozioni e reazioni è capace di suscitare un argomento che tocca le corde più intime di ciascuno di noi.
Risvegliare la sensibilità, catturare l’attenzione, portare una persona a decidere la donazione dei propri organi quando la vita sarà definitivamente cessata (un momento accertato secondo norme precise della legge italiana, tra le più rigorose al mondo in questo campo) rappresenta uno stimolo fondamentale per generare un grande atto di coraggio e di abnegazione: una dimostrazione di altissima sensibilità sociale ma anche di straordinaria generosità, visto che la scelta fatta prima di morire permette di donare una nuova vita a chi la sta per perdere.

In altre parole, gli Esperti che intervengono puntano a suscitare una riflessione su come si possano e si debbano usare i diversi strumenti a disposizione, in un mondo multiconnesso come l’attuale, per sensibilizzare la popolazione su temi di grande rilevanza sociale che rientrano nel tema della salute e del benessere. 

Partendo dal presupposto che un’ottima conoscenza delle tecniche di comunicazione e della materia da comunicare possano portare il pubblico ad una gande consapevolezza sull’argomento, mettendolo in condizione di effettuare la migliore scelta ragionata possibile.

“Storie ed Emozioni per Comunicare il Sociale”, a cura di Aido Pesaro e Dipartimento di Scienza e Comunicazione dell’Università di Urbino, 15 novembre 2018, ore 16.30, Palazzo Gradari, Pesaro. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui