Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Giornata nazionale dell’afasia, ad Ascoli banchetti e incontri con medici e volontari per l’informazione

L'Aita onlus (Associazione Italiana Afasici) si mobilita per l'XI Giornata nazionale dell'afasia: sabato 20 ottobre soci e volontari saranno ad Ascoli Piceno, in piazza del Popolo, dalle 10 alle 14, con banchetti informativi. E alle 16, alla Bottega del Terzo settore, l'incontro "Afasia: comunicare oltre le barriere", con la partecipazione di medici, esperti, persone afasiche e loro familiari

ASCOLI PICENO – "Se hai perso la parola, non perdere la speranza" è lo slogan dell'11^ Giornata nazionale dell'afasia, promossa dall'Aita onlus (Federazione delle associazioni italiane afasici) per sabato 20 ottobre: i soci dell'associazione si mobilitano in attività informative e di raccolta fondi attraverso banchetti, convegni ed eventi in tante piazze d'Italia, e quest'anno per le Marche le iniziative si terranno anche ad Ascoli Piceno.
La finalità della Giornata è infatti informare e sensibilizzare riguardo l'afasia, un disturbo del linguaggio che colpisce circa 200.000 persone in Italia, ma è per lo più sconosciuto o sottovalutato, contribuendo a rendere ancora più grande l'isolamento a cui la persona afasica e la sua famiglia vanno incontro.

Per l'occasione i soci Aita e i volontari saranno a disposizione, in piazza del Popolo, sabato, dalle 10 alle 14, per rispondere a domande e dare informazioni. Non mancherà la donazione ad offerta per le eriche, piantine che appartengono alla famiglia delle sempreverdi e perenni e che rappresentano la tenacia e la rinascita con cui le persone afasiche e le loro famiglie affrontano la propria situazione.

Nel pomeriggio, alle 16, la giornata continua alla Bottega del Terzo settore, in corso Trento e Trieste, con l'incontro dal titolo "Afasia: comunicare oltre le barriere", nell'intento di raccontare cosa accade alle persone afasiche, dal punto di vista medico e pratico, dalla chiamata al 118 fino all'entrata nel gruppo di Auto mutuo aiuto dell'associazione Aita.
L'evento è presentato dalla dr.ssa Simona Flammini, docente referente dell'USR (Ufficio scolastico regionale) per l'inclusione: intervengono la dr.ssa Gabriella Cacchiò, neurologa dell'Area vasta 5 Ascoli Piceno, la dr.ssa Giuliana Brunetti, medico chirurgo con esperienze nel 118, il dr. Italo Paolini, medico di medicina generale dell'Av 5, le logopediste Emanuela Biscossi (Av 5) e Maria Valentina Traini (Av 3), ma ci saranno soprattutto gli interventi e le testimonianze delle persone afasiche e dei loro familiari, che eseguiranno anche una breve performance.

L'afasia è un disturbo del linguaggio che può presentarsi dopo un evento neurologico. Chi è colpito da afasia fatica a formulare in parole il proprio pensiero e a capire il linguaggio dell'altro, e quindi nella difficoltà di conversare, telefonare, leggere o scrivere, rischia di trovarsi solo e isolato, incapace di far sentire la propria voce. Per il reinserimento sociale delle persone afasiche svolgono un ruolo importantissimo familiari, amici, colleghi e volontari: ecco perché nel 1994 è nata la federazione Aita (Associazioni italiane afasici) e nel 2008 l'Aita Marche onlus, che aiuta le persone afasiche e i loro familiari a capire e vivere l'afasia.
L'Aita Marche onlus è un'associazione senza scopo di lucro che propone incontri, iniziative informative e attività di vario genere, tra cui quelle teatrali, proprio per aiutare e sostenere le persone con afasia e i loro familiari nella vita quotidiana. Per contatti: facebook.com/AitaMarche oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui