Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Servizio civile 2018: le Acli di Ancona cercano sei ragazzi

Riceviamo e pubblichiamo da Acli, comunicato su ricerca sei volontari Servizio civile


ANCONA - Anche quest'anno le Acli provinciali di Ancona, hanno deciso di investire nel servizio civile, perché ritengono che sia un'opportunità di crescita non solo per l'associazione ma in grado di garantire ai giovani che parteciperanno un'occasione utile per vivere delle esperienze formative, acquisire valori e principi spendibili anche dopo l'anno di servizio civile. Il bando si rivolge a tutti i giovani dai 18 ai 28 anni che non abbiano già svolto il servizio civile, le Acli di Ancona ricercano sei ragazzi e le domande dovranno essere presentate entro il 28 settembre presso la sede provinciale di Ancona oppure spedite tramite raccomandata alla sede nazionale delle Acli. I progetti scelti dalle Acli provinciale sono tre, il volontario né potrà scegliere soltanto uno.

Il primo "E' COME ESSERE IN FAMIGLIA" nasce dalle esigenze e bisogni delle famiglie nel territorio provinciale.
Il progetto prevede come destinatari famiglie con componenti fragili (anziani, minori, disabili), famiglie economicamente vulnerabili, famiglie che vivono in contesti di disagio e degrado ambientale, famiglie che stanno sperimentando situazioni di malessere e isolamento. Il volontario oltre a conoscere i servizi che vengono offerti nel territorio, si occuperà di promuovere le relazioni sociali, rafforzare il supporto alle famiglie con componenti deboli (anziani e disabili),e di svolgere la funzione di segretariato sociale, servizio già offerto e avviato dalle ACLI di Ancona attraverso lo sportello del Punto Famiglia.

Il secondo progetto "Dire, fare....Non sprecare! Azioni di attivazione della comunità per la lotta allo spreco".Le Acli di Ancona, sono ormai diversi anni che portano avanti il tema dello spreco nella filiera alimentare e non solo, sempre grazie alla collaborazione dei volontari del servizio civile. Seguendo questa linea, il progetto ha l'intento di promuovere modelli di sostenibilità sulla produzione e consumo, e contro la lotta allo spreco. I dati sullo spreco sono oggi inaccettabili a fronte del continuo processo di impoverimento di fasce sempre più ampie di popolazione che non riescono ad accedere in primis al cibo, ma non solo, è necessario, quindi potenziare nei territori le azioni di contrasto allo spreco creando un sistema integrato in grado di recuperare le eccedenze, in primis alimentari ma anche altre (ad es. farmaceutiche) e metterle a disposizione del privato sociale che si occupa di assistenza alle persone in stato di bisogno.

Il terzo progetto, DIVERSO DA CHI, in collaborazione tra le Acli provinciali e il Patronato Acli di Ancona, vuole contribuire all' integrazione sociale dei cittadini immigrati attraverso l'attivazione di servizi informativi e di assistenza, tramite lo sviluppo di azioni della cultura italiana e delle lingua. In particolare, il progetto si pone come obbiettivi: lo sviluppo di un servizio di qualità nella risoluzione di problemi legati alla burocrazia italiana; l'ampliamento di un servizio informativo sulle opportunità presenti sul territorio per i cittadini stranieri; lo sviluppo di una rete con le istituzioni e gli altri soggetti che si occupano di migrazione e miglioramento dell'accesso dei cittadini stranieri ai diritti loro riconosciuti dallo stato italiano.
Oltre al servizio civile conoscerete l'associazione delle Acli, una grande famiglia con cui condividere questa esperienza; per ulteriori informazioni contattare le Acli Provinciali di Ancona al numero 071203067 oppure controllare il sito www.acliserviziocivile.org.
Vi aspettiamo numerosi!!

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui