Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Editoria e beneficenza

Il 29 aprile ore 17,30 nella sede della Fondazione Carifano, l'associazione Fior di loto presenta il libro del chirurgo Giovanni Umberto Agostinelli, dal titolo "Il seno e la figura femminile nell'arte". Il ricavato delle vendite sarà devoluto a sostegno della onlus. Seconda presentazione in programma il 21 maggio a Fossombrone

FANO (Pu) – L'associazione Fior di loto invita venerdì 29 aprile alle ore 17,30 alla Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, in via Montevecchio 114, per la presentazione del libro "Il seno e la figura femminile nell'arte", scritto da Giovanni Umberto Agostinelli, chirurgo plastico dell'Unità Operativa Senologia dell'Azienda Ospedali Riuniti Marche Nord, che ha deciso di devolvere il ricavato della vendita dei libri alla onlus, per sostenere le attività che sta svolgendo e migliorare i servizi offerti alle donne operate al seno. All'iniziativa, gratuita e aperta a tutti, interverranno la dott.ssa Anna Rita Ioni, il prof. Costantino Zingaretti, il dott. Andrea Tinti.

Il volume "Il seno e la figura femminile nell'arte" analizza i canoni estetici del seno e della donna, dalla preistoria a oggi, in un excursus dall'inedito taglio chirurgico. All'appuntamento del 29 aprile, realizzato con il sostegno del CSV Marche (Centro servizi per il volontariato), seguirà una seconda presentazione a Fossombrone, il 21 maggio alle ore 17,30 alla chiesa di San Filippo, dove interverrà la prof. Silvia Cuppini, docente di storia dell'arte all'Università di Urbino.

L'associazione Fior di loto aiuta le donne operate al seno per patologia mammaria a raggiungere un rapido recupero psicofisico, facilitandone il reinserimento familiare e sociale. Promuove attività d'informazione sulla prevenzione e sulla patologia mammaria e organizza sedute di linfodrenaggio e fisioterapia per le donne operate.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui