Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

L'Avis Marche in udienza dal Papa

La scorsa settimana una delegazione dell'Avis Regionale Marche è stata ricevuta a Roma da Papa Francesco, per ottenere la Sua benedizione e rafforzare l'azione dell'associazione in Argentina. Consegnati in dono un libro bianco con carta artigianale di Fabriano e il cappellino rosso Avis

ANCONA – Un giorno particolarmente atteso quello di mercoledì 16 settembre, quando una delegazione dell'Avis Regionale Marche è stata ricevuta in udienza da Papa Francesco, in piazza San Pietro a Roma, per ottenere la Sua benedizione e rafforzare l'azione dell'Associazione volontari italiani sangue in Argentina, ove da tempo opera per diffondere la cultura del dono del sangue.
All'importante evento hanno preso parte più di 1700 donatori Avis, oltre al presidente Massimo Lauri, il consigliere dell'associazione, Giuliano Maiolatesi, il direttore del CSV Marche, Alessandro Fedeli, accompagnati dal cardinale Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona-Osimo. Al Papa sono stati consegnati in dono un libro bianco con carta artigianale di Fabriano, con il logo Avis in prima pagina e lo stemma del Vaticano in ogni pagina interna, e il cappellino rosso dell'Avis Marche.
"La nostra associazione è impegnata per diffondere la cultura della donazione, in primo luogo quella del sangue - si legge nella richiesta di udienza indirizzata al Papa - perché lo vorremmo a disposizione di tutti i malati di tutto il mondo e, proprio per tale motivo, stiamo cercando di diffondere questa cultura anche in Argentina, terra che in passato ha accolto molti emigranti marchigiani, e veniamo a chiedere il Suo sostegno".
L'Avis Regionale Marche è un'associazione di volontariato, apartitica, aconfessionale, non lucrativa, che ha lo scopo di promuovere la donazione di sangue volontaria, periodica, associata non remunerata, anonima e consapevole, intesa come valore umanitario universale che configura il donatore quale promotore di un primario servizio socio-sanitario ed operatore della salute, anche al fine di diffondere i valori della solidarietà.
L'Avis Marche conta 137 Avis Comunali e 5 Provinciali, circa 55mila donatori che nel 2014 hanno dotato la sanità di circa 100mila sacche di sangue e plasma, garantendo il fabbisogno sanitario. Quest'anno, oltre a promuovere la donazione del sangue e del plasma, l'associazione cerca di intensificare lo spirito di collaborazione e unione tra le sedi e i dirigenti, come principio di solidarietà interna e fratellanza.
Maggiori info su www.avismarche.it.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui