Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Il Presepe vivente al Forte Altavilla il 1° e anche il 3 gennaio

L'iniziativa del Comitato presepe vivente della Parrocchia S. Croce e La Carovana onlus, dà appuntamento a tutti il 1° gennaio e, per recuperare la rappresentazione saltata causa maltempo, sarà replicato anche il 3 gennaio, sempre dalle 17 alle 20. Quest'anno un percorso completamente rivisto, con nuove location.

ANCONA – Il Presepe vivente al Forte Altavilla sarà replicato anche sabato 3, in aggiunta alla data già in programma per il 1° gennaio, sempre dalle 17 alle 20. Lo rendono noto gli organizzatori che recupereranno così la mancata rappresentazione di domenica scorsa, saltata causa maltempo. Un'occasione in più dunque per visitare l'iniziativa realizzata nel suggestivo scenario del Forte Altavilla di Ancona, con l'organizzazione del Comitato presepe vivente della Parrocchia S. Croce di Pietralacroce e l'associazione La Carovana onlus, in collaborazione con il Comune di Ancona, il Centro servizi volontariato Marche e diversi sponsor (ingresso a offerta libera in beneficenza). Per info: www.presepeviventeancona.org

Anche in questa sesta edizione, l'allestimento si snoda negli spazi del Forte, sia all'interno che in esterni, ma - spiegano i promotori - il percorso di quest'anno è stato completamente rivisto, un po' "movimentato" e ampliato con nuove location; anche chi l'ha già visto in passato, troverà tante novità e sorprese. L'auspicio di quest'anno è infatti superare le circa 10.000 presenze registrate all'ultima edizione.

Nelle ambientazioni tornano il castello con mura merlate e romani di guardia e il mercato col suo viavai, con l'aggiunta, anche quest'anno, di nuove casette ad ospitare altre attività e personaggi. Sempre notevole il numero dei figuranti che danno vita all'iniziativa: ben 180 volontari, piccoli e grandi di ogni età, tra i quali anche i volontari e i ragazzi della Carovana onlus. Tra taverne e botteghe dunque, si vedranno all'opera fabbri, calzolai e falegnami; fuori dalle capanne ci saranno tessitrici intente a cardare e a lavorare la lana con arcolai e altri utensili per la filatura. Si incontreranno donne che intrecciano cesti, soldati e centurioni romani, pastori e persino angeli, fino ad arrivare alla natività. A tutti i visitatori saranno offerti vin brulé e dolciumi natalizi.

L'allestimento delle scenografie, con oggettistica realizzata anche da vecchi materiali recuperati, e la creazione degli abiti, realizzati per la maggior parte da alcune sarte della zona, sono frutto di un'attenta ricerca storica e dell'impegno, nei mesi precedenti, dei tanti che partecipano all'organizzazione. L'idea del presepe vivente al Forte Altavilla infatti, è nata quasi per gioco nel 2009 tra alcuni parrocchiani di Pietralacroce e l'associazione La Carovana, impegnata in attività di animazione con ragazzi disabili, ed ha via via coinvolto anche numerosi residenti del quartiere, prendendo corpo con l'impegno concreto della comunità parrocchiale di S. Croce.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui