Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Mobilità e formazione in Europa per volontari e operatori

Grazie al progetto europeo "Volunteering@work" promosso dal CSV Marche, 14 giovani volontari e operatori del terzo settore hanno partecipato a tirocinii formativi in Lituania e Polonia, ed altri 6 sono in partenza per l'Inghilterra
Un'esperienza originale che sta registrando molto interesse ed entusiasmo

ANCONA – Tirocinii formativi in giro per l'Europa per volontari e operatori nell'ambito del terzo settore. Lituania, Polonia e Inghilterra sono infatti le prime mete dei training formativi all'estero previsti nel progetto europeo "Volunteering@work" promosso dal CSV Marche, in collaborazione con altri 7 Csv, all'interno del programma di mobilità internazionale Leonardo da Vinci con il sostegno della Commissione Europea.
Nelle scorse settimane sono partiti il primo gruppo, di 6 persone, con destinazione Lituania - "Youth Day Care Centre of Panevezys" e il secondo gruppo, di 8 partecipanti, con destinazione Polonia – "Good Network Foundation" di Varsavia, per due diverse esperienze formative dedicate in particolare al lavoro della sensibilizzazione, l'azione civica e il people raising.
Il progetto "Volunteering@work" ha l'obiettivo di valorizzare ed accrescere le competenze di volontari, professionisti o aspiranti tali delle organizzazioni di volontariato, del Terzo settore e dei CSV, offrendo loro la possibilità di svolgere un tirocinio di una settimana nell'area dell'Unione europea, conseguendo un'attività formativa negli ambiti della progettazione sociale di comunità, del fundraising, del people raising e del corporate social responsibility.
Un'occasione preziosa per viaggiare in Europa e vedere da vicino come lavora il settore non profit in altri paesi, attraverso un tirocinio formativo originale e innovativo. A confermare la positività dell'esperienza sono le parole di chi ha già partecipato alle mobilità, in cui ricorrono soddisfazione, interesse ed entusiasmo.
"Tutto è stato molto positivo per me – spiega Maddalena Fornari, tra i partecipanti rientrati dalla Lituania - l'esperienza più intensa è certamente legata all'istituto Jaunuoliu Dienos Centras, con i suoi ospiti e lo staff premuroso, attento, preparato, che hanno reso la nostra permanenza davvero piacevole, facendoci scoprire una Lituania inaspettata, ricca di cultura, tradizioni, paesaggi verdi... un paese che mi porto nel cuore". "Esperienza bellissima, fatta di forti emozioni e tanta condivisione – aggiunge Sara Baldi - la Lituania è un paese sorprendente, che non avrei mai conosciuto se non avessi partecipato a questo progetto, ricco di tradizioni e spiritualità a cavallo tra passato e una gran voglia di proiettarsi verso il futuro. L'esperienza presso il centro, per me che faccio quel lavoro, è stata molto formativa e umanamente impagabile". "Mi sono meravigliosamente sorpresa della bellissima esperienza vissuta – concorda anche Mary Luzietti - la presenteremo nella nostra cooperativa, perché abbiamo potuto prendere molti spunti...".
Effettuate le mobilità in Lituania e Polonia, un terzo gruppo di 6 persone è pronto a partire alla volta dell'Inghilterra, dal 21 al 27 luglio, presso l'organizzazione partner "Dacorum Cvs", specializzata in fundraising e reti sociali per progetti di comunità.

Ultima modifica ilGiovedì, 17 Luglio 2014 17:37
Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui