Menu
  • fb
  • flc
  • you
  • flc
A+ A A-

Email Stampa Esporta in formato ICAL

mostra IL MONDO CI CHIAMA - Carlo Urbani e la sua missione 

Quando:
03.03.2018 - 02.04.2018
Dove:
Ancona - Ancona
Categoria:
Prossimi appuntamenti

Descrizione

Il Museo Tattile Statale Omero di Ancona e l'Aicu, Associazione Italiana Carlo Urbani Onlus promuovono la mostra "Il mondo ci chiama.  Carlo Urbani e la sua missione", dal 3 marzo al 2 aprile, presso il Museo Omero alal Mole Vanvitelliana di Ancona: un'esposizione fotografica e documentaria a cura dell'Associazione Italiana Carlo Urbani Onlus, dedicata al medico di Castelplanio in occasione del 15° anniversario della sua morte (29 marzo 2003).

Un itinerario visivo e tattile tra istantanee scattate dallo stesso Urbani e oggetti di famiglia che ricostruiscono l'avventura umana e scientifica di una straordinaria figura di scienziato e di filantropo, che nel 1999, come presidente di Medici Senza Frontiere, ritirò a Oslo il Premio Nobel per la pace.

"Credo che il nostro lavoro di medici e infermieri, sia unico e stupendo per questa opportunità di toccare che offre, di entrare nelle persone da vicino": sempre attento ai più poveri e bisognosi e alle persone sofferenti, sia come medico che come uomo di fede, Carlo Urbani, dopo la specializzazione in malattie infettive e dieci anni all'ospedale di Macerata, sceglie di entrare a far parte di Medici senza Frontiere (1996) e si trasferisce con la moglie Giuliana e i figli in Cambogia, quindi in Laos e Vietnam. Nel febbraio del 2003, visitando un paziente in Vietnam, intuisce la gravità di una nuova terribile malattia respiratoria, poi denominata SARS, e attiva tutti i protocolli di sicurezza e allertando l'Organizzazione Mondiale della Sanità; contribuisce così a frenare l'epidemia, ma ne rimane purtroppo contagiato e muore poco dopo.

"Ho fatto dei miei sogni la mia vita e il mio lavoro": questi e altri pensieri di Carlo Urbani solo il filo conduttore di una mostra nata per raccontare l'impegno di un uomo eccezionale attraverso i suoi scritti, le sue foto, gli oggetti personali, come la motocicletta e le sue agende, e i ricordi dei suoi viaggi, come le campane del Tibet e le maschere africane. Un mostra dove ogni elemento potrà anche esse esplorato tattilmente come nelle finalità del Museo Omero.

Uomo di pace, medico competente, genio del bene così lo hanno ricordato i suoi amici e collaboratori durante l'inaugurazione sabato 3 marzo alle ore 17 tra cui Francesco Vintrici, Associazione Italiana Carlo Urbani, Marcello D'Errico Preside di Medicina e Chirurgia dell'Università Politecnica delle Marche, Gianni Genga, direttore generale Inrca, Riccardo Grifoni, collega di Carlo Urbani in Medici Senza Frontiere.

Per gli eventi collaterali previsti, e le indicazioni per visite e gruppi, tutte le info sul sito del Museo Omero
Orario: dal martedì al sabato ore 16-19; domenica e festivi 10-13 e 16-19.
Aperture straordinarie per gruppi e scuole.
Ingresso libero.
 
Con il patrocinio di: Regione Marche, Consiglio Regionale - Assemblea legislativa delle Marche, Comune Ancona, Comune Castelplanio. In collaborazione con: Università per la pace, Università Politecnica delle Marche, Mobitaly Cucine, Associazione per il Museo Tattile Statale Omero ONLUS, La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Servizio Civile Nazionale.

Luogo

Luogo:
Ancona
Città:
Ancona
Stato:
Italy

Questo sito utilizza cookie, propri o di terze parti. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsenti all'uso dei cookie e questo banner scomparirà. Se vuoi saperne di più e sapere come disabilitare i cookie, clicca qui